Progetto Scuole 2023


Descrizione

La Giornata della Virtù Civile 2023, ha associato il tema della Speranza alla memoria dell'Ambasciatore Luca Attanasio, insieme ai collaboratori Vittorio Iacovacci e Mustapha Milambo morti il 22 febbraio 2021 in Congo in seguito a un agguato.

L’Associazione ha organizzato per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado concorsi sul tema della Giornata ai quali hanno aderito 13 scuole con oltre 400 studenti e i loro insegnanti.

“Tra il dire e il fare…bisogna mediare”: gli alunni della scuola primaria hanno rappresentato la loro idea di speranza e immaginando situazioni di conflitto pensato a possibili soluzioni. Spunto condiviso per una loro riflessione il libro “Il giudice alla rovescia” di Luciana Breggia.

Le classi 5^ A B e C del Leone XIII con il calendario “Speranza per un anno” hanno vinto un laboratorio/gioco condotto da Medianos e il gioco in scatola The Board Game .
Alle classi 4^ e 5^ della Scuola Maria Consolatrice che hanno presentato il video “Un po' a ciascuno: una mediazione difficile” e alle classi 3^ A B e C dell’IC Giulio Bevilacqua di Cazzago San Martino (BS) che hanno realizzato il libro “La mediazione, una miscela di emozione e ragione” è andato il laboratorio “Il piccolo parlamento dei bambini” condotto dall’Associazione Biblioteche senza Frontiere.

Alle premiazioni gli alunni hanno dialogato con i testimoni Zakia Seddiki Attanasio moglie dell’Ambasciatore Luca Attanasio e Presidente e fondatrice di ‘Mama Sofia’, Diego Mariani di Semi Onlus e Movimento Mezzopieno, Annalori Ambrosoli e Stefano Mattachini Ambrosoli, soci onorari Associazione Civile Giorgio Ambrosoli.

Per il concorso “Mediazione, un ponte verso la speranza” gli studenti di scuola secondaria di 1° grado hanno avuto come spunto per la loro riflessione l’articolo “Perché il cambiamento climatico può contribuire a sanare i conflitti in tutto il mondo” (National Gregraphic) e il video “Rondine. Non c’è vita senza conflitto” (Youtube).

La 3^D della Scuola Media Linneo-Monviso con il video “La speranza e lo sport” si è aggiudicata il 1° premio, un laboratorio condotto da Dynamo Camp Milano.
Il 2° premio è stato vinto da un gruppo di studenti delle classi 3^ A B C D e E del Leone XIII con il progetto “MediatTori di Speranza”, un laboratorio/gioco condotto da Medianos e il gioco in scatola The Board Game.
La 3^A della Scuola Media Curiel con il video “Un fiore di Speranza” si è aggiudicata il 3° premio. La classe ha svolto un laboratorio condotto da Marya Procchio l’Associazione Italiana Amici di Neve Shalom Wahat Al-Salam (Pagina Fb - Video La7). Alla 3^B della stessa scuola che ha realizzato la raccolta di fumetti “AVVENTURA FUMETTO” è andata la Graphic Novel “No sleep till Shengal” di Zerocalcare.

Agli studenti della 3^N della Scuola Media Mameli che hanno presentato gli elaborati “Il conflitto curdo-turco”, “Il conflitto in Kashmir”, “Il conflitto
tra Palestina ed Israele”, “La crisi nello Yemen” e “La guerra in Sudan”
sono state regalate copie del ’”Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo”.

Durante le premiazioni gli studenti hanno dialogato con i testimoni Zakia Seddiki Attanasio, Francesca Manca Magistrato, Marilena Di Paolo Giudice Amministrativo del T.A.R., Sonja Riva mediatrice e collaboratrice di Medianos, Giorgia Giannico e Oumou Niang educatrici di Casa della Carità – La Tillanzia, Annalori Ambrosoli e Stefano Mattachini Ambrosoli.

Gli studenti di scuola secondaria di 2° grado con il concorso “La speranza, una conquista” hanno approfondito il tema della mediazione e della speranza realizzando lavori dai contenuti molto diversi tra loro. Spunti condivisi per la loro riflessione la video-intervista a Greta Thunberg: "Per avere un mondo migliore bisogna creare un mondo migliore” e la visione in classe di stralci dal docufilm “La pace Italiana” sulla mediazione della Comunità di Sant’Egidio nel conflitto in Mozambico, presentati da alcuni rappresentanti della Comunità stessa.

Ha vinto il Premio Associazione la 5^B del Liceo Classico Giosuè Carducci che ha realizzato il sito web “Parlare di pace da Atene a noi” (Clicca qui), un incontro sull’abitare generativo con i fondatori di TULOU presso la loro sede + il libro “Il Mondo senza fine”.
Il 1° premio è stato assegnato a pari merito alla 4^ Liceo Scientifico dell’Istituto Marcelline Tommaseo con il podcast “Riparare per ripararsi” e alla 4^D del Liceo Classico Giosuè Carducci con l’elaborato scritto e il video “Da guerra virtuale a guerra reale? Perché moderare l’odio in rete contribuisce ad un confronto pacifico”. Le classi si sono aggiudicate rispettivamente il laboratorio sulla comunicazione non violenta “Le parole per incontrarsi” condotto da Movimento Mezzopieno e Associazione Terra e Pace e un laboratorio/gioco condotto da Medianos + il gioco in scatola The Board Game.
Ha conquistato il 2° premio la 5^A del Liceo Scienze Umane Collegio San Carlo con il video “Il ponte della speranza”, un incontro da remoto con Vanessa Cento, Responsabile Marketing e Comunicazione di Progetto QUID.
3° premio ex-aequo alle classi 2^B del Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Castrovillari (CS) per il video “Logos & spes”, un incontro in remoto con l’Associazione Italiana Amici di Neve Shalom Wahat Al-Salam (Estratto incontro - Pagina Fb - Video La7), e 5^B del Liceo Classico Giosuè Carducci che ha realizzato il sito web “Parlare di pace da Atene a noi”. A questa classe ha partecipato alla visione dello spettacolo “A te e famiglia, storia di un’esperienza educativa” al Teatro Litta di Milano.

Gli studenti durante la premiazione hanno dialogato con i testimoni Zakia Seddiki Attanasio, Francesca Manca, Sonja Riva, Giorgia Giannico, Oumou Niang, Annalori Ambrosoli e Stefano Mattachini Ambrosoli.

Tutte le premiazioni sono state condotte da Robin Consiglio con Veronica Marzotto Notarbartolo responsabile del Progetto Scuole dell'Associazione.

Il Presidente, il Consiglio Direttivo e tutti i collaboratori dell'Associazione ringraziano la Comunità di Sant'Egidio per la grande disponibilità e preziosa collaborazione.